Sport, si sport.. la Danza Sportiva è stata riconosciuta come attività sportiva dal CONI nel 1997, quando tutte le federazioni di ballo e danza d’Italia si unificarono all’interno della F.I.D.S. (Federazione Italiana Danza Sportiva) da allora la Danza Sportiva è annoverata tra le Discipline Associate del Comitato Olimpico.

Nel giro di pochi anni il gran lavoro della Federazione ha ottenuto aumenti esponenziali di iscritti superando i 100.000 atleti tesserati, oltre 4.000 società e 2.000 tecnici.

Con questa disciplina cha spazia dalle Danze Accademiche alla Street Dance, passando per le Danze Coreografiche, le Danze Internazionali, Nazionali e Regionali, il CONI aggiunge un altro sport che abbina l’attività fisica alla componente artistica.

Come la ginnastica ritmica, il pattinaggio artistico, il nuoto sincronizzato ed altre discipline simili, anche la Danza Sportiva abbina perfettamente queste due capacità all’apparenza discordanti. Ed è proprio questa la bellezza di questa disciplina, che non ha niente da invidiare agli sport più famosi se non la diffusione sui media, il riuscire a creare un perfetto connubio tra prestanza fisica, capacità muscolare, sincronizzazione di innumerevoli distretti corporei e musicalità, eleganza, espressività…